Pagina 2 di 30 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 297

Discussione: Io c'ero!

  1. #11
    Data Registrazione
    Feb 2005
    Località
    Firenze
    Messaggi
    2,446
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito

    Allora 'sto resoconto??

  2. #12
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    76
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Angry

    ... sgrunt

  3. #13
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Genova Italy
    Messaggi
    154
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Lightbulb

    Pinooooooo!!! vogliamo il resoconto dai che ormai sei un culomollo a tutti gli effetti su su su su dai.

    Cm Gigio


  4. #14
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Genova Italy
    Messaggi
    154
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito Ciarli

    Coordinatore????

  5. #15
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Genova, Italia
    Messaggi
    1,555
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito PONTREMOLI 26/01/2008

    Eccomi a raccontare il mio personale “io c’ero” riguardante l’uscita di sabato scorso. Innanzi tutto credo sia giusto cambiare il nome della gita. Date le ripetute avventure il nuovo nome potrebbe essere “noi buchiamo e le stelle stanno a guardare”.
    Ok, dopo questo posso iniziare il racconto.
    L’uscita nasce quasi per caso, tra l’organizzazione di un giro a Savona ed un altro dalle parti di Reggio Emilia, e come quasi tutte le cose nate per caso si rivela una bellissima gita. I partecipanti non sono molti (elenco solo i piloti), Alce, il Principe, Gabriele, Pino, Corrado con un amico, Vieri, ed il sottoscritto. Un numero giusto che ci permette di essere abbastanza veloci e dinamici. Inoltre la gita è programmata di sabato e questo ci permette di usufruire del riposo domenicale.
    L’appuntamento è fissato per le 8.20 all’autogrill di St. Ilario. Proprio di fronte a noi possiamo vedere gli elicotteri ed i canadair della protezione civile impegnati a spengere un vasto incendio sul Fasce. Siamo a gennaio e ci tocca vedere questi spettacolo, iniziamo bene….
    Una volta arrivati a Pontremoli ci uniamo ad Alce, Vieri e Pino e finalmente partiamo. Lo sterrato inizia e ci troviamo ad affrontare un terreno pietroso che frulla ma che verrà bene questa estate quando saremo invasi dalla polvere. Piano piano la strada sale in mezzo ai boschi regalandoci un panorama che varia, dai monti innevati al mare blu. Il tempo è bello e la temperatura è mite, tutto fa presagire una gran bella giornata. Le pietre lasciano spazio ad un terreno più morbido. Ci avviciniamo al attacco della variantona in salita, ma di colpo la colonna si ferma. Scendiamo dalle macchine e scopriamo che il TRex è stato vittima di una vigliaccata. Qualcuno ha pensato bene di asciare lungo la strada (regolarmente aperta al passaggio dei fuoristrada) delle placche metalliche con un foro un mezzo dove è stato accuratamente posizionato un bel chiodo. Purtroppo l’anteriore SX del Rexton c’è passata sopra con conseguenze facilmente immaginabili. Iniziano subito le operazioni per riparare la gomma, nel frattempo saltano fuori dei muffin al cioccolato preparati da Mirella ed una bottiglia di vino. Manca solo una rampetta per passare il tempo, e subito Cheps (Land Cruiser bianco preparato) la trova. Prova ed alla seconda passa, lo stesso fa Corrado (senza blocchi ma con tanto manico). A sto punto devo tenere alto l’onore teutonico della Papamobile e mi ci butto anche io. Con 2 dritte ed al secondo passaggio passo.
    Riparata la gomma i riparte subito con la variante in salita, è veramente uno spasso, bella pendenza, buche e twist, laterali. Continuiamo a salire fino a che incappiamo nella neve, tanta neve. La cima della variante è a circa 500 metri, ma subito capiamo che saranno belli tosti. Prova Corrado, ma deve desistere, così decidiamo di far andare avanti i bloccati per aprire la strada. Per mia fortuna Cheps è davanti a me e parte per primo. Il Land Cruiser inizia la sua battaglia contro i twist innevati e dopo parecchi tentativi riesce a passare. Ora tocca a me, Vieri mi dice: “è un casino, blocca tutto e tieni giù il piede”, speriamo in bene… Parto e la Papamobile sale abbastanza bene, ogni tanto sembra mollarmi ma si riprende subito. Sotto la neve mette in crisi le gomme che la sparano via cercando di dare motricità, dal finestrino vedo volare di tutto, passo il primo twist, ma a pochi metri dalla fine della salita un gradino malefico mi ferma. Torno indietro di qualche metro, riparto confidando nell’ingegneria tedesca. Passo. Faccio ancora qualche metro e scopro che il Land Cruiser di Cheps durante la salita ha piegato un cerchio e forato una gomma.
    Dopo di me sale Corrado, viene su che è una meraviglia, il motore lo aiuta, ma lui ci mette del suo. Dopo di lui tocca al Principe. Il primo Twist crea qualche problema di troppo, ma Vitto non molla e riesce a superarlo, rema di qua, rema di la, dai e ridai è in cima anche lui.
    Ora prova Alce, tutti confidiamo nei controlli di trazione, ma con quel fondo e le gomme non troppo tassellate non c’è verso. Ci prova in tutti i modi, tanto che sbatte violentemente contro un pietrone e scoppia una gomma. Accidenti, deve farsi un sacco di retro prima di arrivare in un punto piano. Una volta “parcheggiata” la macchina iniziano le operazioni per cambiare la gomma (ed i tempi non sono proprio quelli dei team di F1). Dopo tutte queste operazioni si è fatto tardi, c’è ancora il tempo per un tentativo di Pino che con il Feroza che saltella di qua e di la arriva quasi in cima ma deve arrendersi all’ultimo gradino.
    Decidiamo di tornare indietro e di puntare al lago verde (ma il pensiero va a Gigio e Wally che si sarebbero divertiti sicuramente). La discesa è bella tosta, tutti gli ostacoli incontrati all’andata sembrano più cattivi di prima, ma ad uno ad uno i CM ed i FBFFF arrivano in fondo. Tra noi ed il pranzo ci sono 17 km che vengono percorsi in men che non si dica. Arrivati al lago ci aspetta uno spettacolo incredibile. Tutta la superficie è coperta da una spessa lastra di ghiaccio che riflette il sole, sembra di essere in una fiaba. Imbandiamo un tavolo con torte salate, focaccia, pizzette, salumi, formatti, torte varie ed iniziamo ad abbuffarci. Ci siamo guadagnati il pranzo. Il tepore dei raggi solari fanno venir voglia di pennichella, sembra di essere in primavera. Siamo senza caffè (non c’è la Lella), siamo in ritardo e quindi ci tocca partire per la cima del monte Molinatico senza la “bevanda miracolosa”. La strada è carina, qualche pozza fangosa, qualche buca, ogni tanto della neve. Il grosso problema è cercare di guardare la strada e non farsi distrarre dai colori del panorama. Il celo è colorato di azzurro, rosa, arancione, i monti (grazie alla neve che riflette i colori del tramonto) sono rossastri, il mare blu. Alce contribuisce a distrarci indicandoci l’isola d’Elba (?). Siamo quasi in cima, ma nuovamente la neve ci sbarra la strada. Questa volta decidiamo di non provare, è tardi ed inizia a fare buio. Nulla ci vieta, però, di scaldare i muscoli su un bel dosso nevoso. Dai e ridai saliamo e scendiamo tutti, anche Mirella con tanto di siga in mano. Purtroppo per lei, però, parcheggia nella neve ed al momento di ripartire scava con le anteriori….. giunge così il momento della prima stroppata della Papamobile ;-)
    La strada verso il ristorante è lunga, ma il tempo passa grazie alle chiacchiere via CB. Una volta arrivati ci aspettano i panigacci (slurp). Dopo la seconda abbuffata della giornata non ci resta che tornare a casa. I soliti saluti di rito, le ultime “tirate di belino” e poi via alla velocità delle tartarughe verso casina bella. Prima però scortiamo Alce dal gommista dove deposita la carcassa caricata nel bagagliaio del Patrol di Gabry. Verso mezza notte e mezza siamo a Genova.
    Gran bella giornata ricca di emozioni, grazie a tutti i partecipanti ed in particolare ad Alce, che ci ha scorazzato in giro, ha bucato, si è piantato ma ha mantenuto sempre il buon umore 
    Mi spiace rigirare il coltello nella piaga, ma non conosco altro modo di finire il racconto se non: peccato per chi non c’era.
    Ciao CM
    Fabry

  6. #16
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    genova
    Messaggi
    221
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito

    complimenti come sempre!!! :

  7. #17
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Genova Italy
    Messaggi
    154
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Thumbs up

    Grrrrrr si giralo giralo grrrrrrrrrrrrrrr

    Saro' retorico e melenso ma......Fabry complimenti, potresti aiutaro lo zio Corrado a scrivere gli articoli.

    Cm Gigio

  8. #18
    Data Registrazione
    Feb 2005
    Località
    Firenze
    Messaggi
    2,446
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito

    Mi aggiungo ai complimenti di Gigio per il nostro cantastorie Fabry !

    Grazie ancora a tutti e .....................

    Alla prossima!

    Ciao CM
    Ciarli

    (ebbene si sono coordinatore anche qua, sempre e limitatamente all'area Ssangyong visto che ci sposteranno da Fuoristrada.it)

  9. #19
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Genova, Italia
    Messaggi
    1,555
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito

    no, no, gli articoli seri è meglio lasciarli a Corrado.

  10. #20
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Savona
    Messaggi
    4,091
    My Feedback
    0
    (0% Positive Feedback)

    Predefinito

    Complimenti fabry per il racconto, veramente bello.

Pagina 2 di 30 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •